La comunicazione istituzionale, o “lobbying”, è necessaria nell’elaborazione delle politiche pubbliche. Consente infatti a un’impresa, a un consorzio di imprese o a un raggruppamento di cittadini (sindacati, ONG, ecc.) di presentare ai decision maker pubblici informazioni affidabili sulle conseguenze e sulla portata delle disposizioni legislative o normative in vigore o in fase di discussione. Siamo convinti che tutti debbano avere l’opportunità di far conoscere la propria posizione e le proprie analisi ai decisori pubblici, ai quali spetta, in via esclusiva, il potere di trovare il giusto equilibrio. Non mancano, tuttavia, i rischi di derive, come si è constatato, sfortunatamente, in occasioni passate. È per questo che la nostra società si è dotata di un Codice etico, sottoscritto da ciascuno dei nostri consulenti all’inizio della sua collaborazione con noi.


Nell’esercizio delle nostre attività, ci impegniamo a:


  • rispettare tutti i regolamenti del Codice deontologico dell’associazione europea delle società di affari pubblici (l’EPACA, consultabile qui http://epaca.org/en/code-of-conduct/text-of-code/), alla quale aderiamo;
  • rifiutare di unirci a qualsiasi riflessione, richiesta o iniziativa contraria alle leggi e alle normative in vigore, di natura illecita o legata a un’attività illecita, oppure passibile di essere moralmente condannabile;
  • segnalare ai nostri clienti il rischio di un conflitto di interessi, qualora esso sussista all’inizio dell’incarico o sorga durante il suo svolgimento. In ogni caso, rifiuteremo qualsiasi incarico che possa mettere lo studio nella posizione di difendere due clienti con interessi concorrenti o contrastanti;
  • intervenire solo nel quadro di un mandato chiaro, stabilito con il cliente e approvato da quest’ultimo, e che rimandi sempre all’esistenza del presente Codice etico;
  • rispettare scrupolosamente la riservatezza delle informazioni ricevute dai clienti che ci affidano l’incarico;
  • che nessun consulente del nostro studio abbia incarichi politici elettivi a livello nazionale o europeo, all’interno di uffici ministeriali, assemblee parlamentari o funzioni pubbliche territoriali, nazionali o europee;
  • dichiarare, nei contatti intrattenuti con i rappresentanti dei poteri pubblici, gli interessi rappresentati dalla società e che motivano il contatto in questione;
  • espletare direttamente le prestazioni oggetto del nostro incarico;
  • garantire ai nostri clienti l’indipendenza delle consulenze che forniamo loro: la nostra società è interamente detenuta dai soci che vi esercitano la propria attività;
  • fornire ai nostri clienti gli standard di efficacia più elevati nelle nostre iniziative, oltre che informazioni di qualità, affidabili, oneste e rigorose.